domenica 7 novembre 2010

Gavin Watson : Neville

He's just an old skinhead from Wycombe...



A Gavin Watson, più di qualsiasi altro fotografo di moda e non, devo il mio iniziale interesse per la fotografia. La prova vivente che la passione e un buon occhio valgono più di ogni scuola o corso. Gavin iniziò a fare foto da ragazzino, fotografando il fratello e i loro amici e cosa succedeva intorno a loro. Qualche anno più tardi, molte di quelle foto fatte con la sua Zenit TTL, finirono in 'Skins', uno dei libri più rappresentativi del movimento skinhead inglese degli anni 80 (forse il più rappresentativo, insieme a  Skinhead di Nick Knight, che ha poi spostato il suo centro d'interesse verso la sperimentazione, la moda e la fotografia manipolata digitalmente). Sono passati 30 anni, ma lo stile 'personale', quasi familiare della fotografia di Watson non è cambiato. Lavora per svariate pubblicazioni di musica e moda, ha pubblicato un'altro libro per Vice Press (Skins & Punks), fotografa 'modelli', gente di strada e gruppi musicali, e quel  senso di spontaneità che c'era nelle foto che faceva da adolescente ancora rimane. Venerdì 4 novembre si è aperta a Londra, nello Studio55, flagsihp store della 55DSL (che ha appena prodotto una maglietta con una foto di Gavin), una mostra personale del fotografo. "Neville" dal nome del fratello, soggetto prediletto delle sue prime fotografie:

Nev was everything I wasn't; out going, popular, cool and the girls loved him. He was my muse and the most  famous unfamous person I have ever known, everyone loved him. He never minded being in front of the camera he was bit of poser as all skinheads are. Back then it was all about the dress up, whether he was a skinhead or a raver he always looked the part and that's kind what made him such a good subject, although I never thought about that at the time, I had to get to my 40's before I realised this. There came a point though for the sake of our relationship, where we both needed some time out to go and do our own thing which is what we did, although Nev continued to be a huge influence in my life - that's what this exhibition 'Neville' is all about and I really hope that comes across. 

Alcune foto conosciute e alcuni inediti per questa mostra curata dallo stesso Watson, che includerà i soliti soggetti di quegli anni 80 in bianco e nero, dai familiari ai gruppi del tempo. Una mostra che si aggiunge ad altri progetti che il fotografo sta portando avanti. A quanto pare, infatti,  il fotografo sta lavorando a un   nuovo libro, questa volta incentrato sulle sue fotografie di musicisti della metà degli anni 80 (da Morrissey ai Madness), che ha intenzione anche di promuovere con delle mostre in giro per l'Europa. 
Mentre aspetto, oltretutto impossibilitata ad andare a vedere questa mostra (se passate per Londra prima del 21 novembre, almeno voi, passateci), segnalo il blog di Gavin, già presente tra i miei links, aggiornato quasi giornalmente con foto di oggi e di ieri, di gente trovata per la strada e di cantanti e musicisti famosi, sempre nel suo inconfondibile stile 'candid' ma mai sciatto.





(foto della mostra via Dazed Digital)

  • Stumble This
  • Fav This With Technorati
  • Add To Del.icio.us
  • Digg This
  • Add To Facebook
  • Add To Yahoo

1 commenti:

Davide Tambuchi ha detto...

Veramente uno stile originale, una street photography di qualità e diversa dal solito... e poi, con una "mitica" Zenit TTL...